LE DIMENSIONI CONTANO?

QUANTO DEVE ESSERE GRANDE LA BARCA DELLA VOSTRA VACANZA

Chiariamo subito una cosa, la riuscita di un viaggio in barca a vela non è direttamente proporzionale a quanto è lunga e larga la barca sulla quale navigherete. Si possono fare esperienze divertentissime a bordo di barche piccole e scomode e trovarsi male a bordo di barche grandi e molto confortevoli.

Ricordatevi sempre che il viaggio in barca a vela è un’esperienza innanzitutto umana e umani sono i suoi elementi fondamentali, ma fatta questa ovvia e giusta premessa possiamo però dire anche altre verità e chiarire altri aspetti.

Innanzitutto è importante mettere in chiaro che al cambiare delle dimensioni di una barca, cambia di certo lo spazio a disposizione, sia in cabina, che negli spazi comuni interni ed esterni, ma forse quello che più cambia e che in alcuni casi può fare veramente la differenza è il comfort in navigazione.

Una barca di stazza medio-grande ha la capacità di affrontare condizioni anche dure senza rendere la vita di bordo troppo scomoda e impegnativa. Questo può essere importante per motivi soggettivi e oggettivi.

Soggettivi (li sapete voi!) quando per esempio:

  1. siete alle prime esperienze
  2. una possibile navigazione con mare grosso vi mette ansia
  3. pensate di soffrire il mal di mare

Oggettivi (chiedeteli a chi organizza!) quando per esempio:

  1. la rotta prevede navigazioni lunghe
  2. diverse notti in rada
  3. si navigherà in periodi diversi dall’estate
  4. la zona di navigazione può essere impegnativa

Quindi risolto! Sempre e solo barche grandi?

Noi per i nostri viaggi in barca a vela, che normalmente non durano meno di una settimana e che alternano notti in rada, navigazioni a vela, ormeggi in banchina, attività di bordo e altro ancora, offriamo sempre barche abbastanza recenti e di stazza medio-grande.

Ci permettono di navigare veloci anche a motore, offrono mediamente maggiore quantitativi di acqua dolce, di energia elettrica, di spazio di stivaggio, tante cose che per l’uscita giornaliera, il weekend o la breve crociera, possono anche mancare, ma in sette, dieci o quindici giorni di viaggio, possono invece fare una grande differenza.

Per sapere tutto sulla durata di un viaggio a vela leggi questo post:

  • Non vedo l’ora di partire… e pure di tornare… (la durata giusta di un viaggio in barca a vela)

Ora dopo aver fatto la sviolinata alle nostre amate barche grandi, rendiamo giustizia anche alle barchette più piccole.

Bisogna dire che una barca di stazza medio-piccola ha la capacità di navigare a vela in condizioni anche di vento leggero, ha costi di ormeggio contenuti e una manovrabilità rapida e veloce e che questo può essere vantaggioso se ad esempio il vostro obiettivo è imparare ad andare in barca a vela e cercate un’esperienza no-comfort, only nature and adventure.

Benissimo, ma voi vi starete chiedendo, come faccio a sapere se una barca è grande o meno?

Come si misurano le barche

Ok, dividiamo le barche che normalmente vengono offerte per viaggi in barca a vela in queste categorie:

  • sotto i 40 piedi (piccola)
  • tra i 40 e i 45 piedi (medio-piccola)
  • tra i 45 e 50 piedi (medio-grande)
  • sopra i 50 piedi (grande)

Benissimo e ora voi vi starete chiedendo, piede? Cos’è sto piede?

La lunghezza di una barca, in genere, viene espressa in piedi e 1 piede è pari a 30.48 cm traducendo la tabella di prima verrebbe quindi che:

  • sotto i 12 metri (piccola)
  • tra i 12 e i 13,70 (medio-piccola)
  • tra i 13,70 e i 16,20 (medio-grande)
  • oltre i 16,20 (grande)

Abbiamo detto tutto? In realtà no. Bisognerebbe sapere quante cabine ha una barca, quanti bagni, qual’è il suo anno di costruzione, perché ad esempio la distribuzione degli spazi cambia tantissimo tra barche nuove e barche meno recenti, ma di questo parleremo in altri post.

Sul tema potete leggere:

  • “Otto cabine, otto bagni – la storia della barca che tutti vorrebbero”
  • “Nuovo è bello? – scopri se e quanto è importante l’età della barca del tuo viaggio”

Concludendo quindi sulle dimensioni, la prossima volta che vi troverete a scegliere una vacanza, date un occhio anche alle caratteristiche della barca sulla quale navigherete, saprete valutare se è adatta alle vostre esigenze e tra l’altro potrete distinguere meglio tra offerte simili per durata e destinazione, ma con prezzo differente.

Le dimensioni infatti non solo contano, ma costano anche, e dimensioni e caratteristiche della barca sono tra i fattori che più incidono sul prezzo di una vacanza in barca a vela

Buona scelta e buon vento!


ALTRI POST DI VITAVELA
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *